Non si vede bene che col cuore: Nara & Filiberto sposi

fiori d’autunno confettata sposa nara e carolina rett.pg

Non si vede bene che col cuore: Nara & Filiberto sposi

Nara e Filiberto: storia di un matrimonio che parte dai confetti!

Il motivo che ha portato Nara nel mio laboratorio è abbastanza particolare… o forse no!

Spesso le spose sono mosse da leve che, a pensarci in modo razionale, non sembrano così giustificate; ma così facciamo tutti quanti a volte.

Ma queste motivazioni sono effettivamente così infondate? A pensarci meglio, forse no.

Antoine de Saint-Exupéry ha scritto: «Non si vede bene che col cuore» e io concordo perfettamente con lui.

Il cuore è la sede dell’interiorità dell’uomo, della sua intimità ma anche di una memoria di scelte e progetti. In una parola, il cuore semplicemente elabora in un modo diverso dalla testa; e, con una velocità sconosciuta al ragionamento, ci porta immediatamente ad una scelta.

Non che non si debba ragionare sopra alle scelte che si stanno facendo ma voltarsi nella direzione che il cuore ci indica, secondo me, è un buon punto di partenza.

Le indicazioni che ci dà il cuore non solo sentimentali ma anche un concentrato di tutto il sapere che il nostro cuore ha interiorizzato in modo istintivo.

Mi sono dilungata ma ora ti rivelo qual è stata la spinta che ha portato Nara qui nel mio laboratorio: i confetti… o meglio la confettata!

Nara sognava una confettata di quelle che oltre a farti venire l’acquolina ti faccia rimanere a bocca aperta… sognava per il suo matrimonio una confettata di quelle bellissime, con vasi grandi e piccoli traboccanti di deliziosi confetti in un tripudio di tulle, decorazioni, fiori e meravigliosi conetti da riempire e chi più ne ha più ne metta! e non riusciva a trovarla…

È capitata sul mio sito e ha visto la foto dell’allestimento che avevo realizzato a luglio per una sposa e se ne è innamorata: le piacevano non solo le ciotole tutte diverse una dall’altra ma anche il contorno ossia gli sposi in ceramica, i vasi, le lanterne, i cucchiaini con il foro a cuore ecc.

Insomma Nara sognava la confettata dei suoi sogni e quelle che le avevano proposto in giro non erano proprio all’altezza.

È vero che la cosa importante della confettata è la qualità dei confetti ma anche l’occhio vuole la sua parte altrimenti invece di offrire ai tuoi invitati di nozze un ricevimento in una bellissima villa potresti offrire un ottimo pasto in un giardino pubblico servito in dei piatti di carta, oppure al posto delle bomboniere potresti offrire un utile apribottiglie di plastica con un ringraziamento scritto a penna e così via….

La bellezza è un valore in sé e come tale aggiunge valore ad ogni cosa. La più piccola cosa, nelle grandi occasioni e nella vita quotidiana, se arricchita da bellezza e da armonia rende la nostra vita migliore. La qualità dei confetti è essenziale ma offrire una confettata che sia meravigliosa da vedere oltre che da mangiare ha un valore aggiunto incalcolabile.

Dalla confettata siamo passati al resto del matrimonio…

Purtroppo Nara è arrivata da me a metà matrimonio nel senso che parte degli allestimenti li aveva già ordinati!!! Mi ha confessato dopo, e potete sentirlo dalla sua voce, che se tornasse indietro realizzerebbe da me anche gli inviti di nozze e le bomboniere: i sono comunque offerta di allestire il tavolo delle bomboniere insieme a tutto il resto perché la cosa essenziale in un ricevimento è che tutto sia in armonia…

Nara e Filiberto si sono sposati ad ottobre, il tema del matrimonio era quello dei fiori autunnali e i colori il crema e un verde salvia di una tonalità veramente meravigliosa!

Li ho ascoltati e sono riuscita ad entrare in sintonia con le loro aspettative, su quello che volevano che questo matrimonio fosse: una bella festa per loro e per i loro cari in una villa dei castelli romani in stile shabby semplice ma elegante, con un giardino in cui passare la giornata – si sperava nell’ottobrata romana – con delle decorazioni ispirate ai fiori d’autunno, dei colori sobri e adatti alla stagione…

La cosa di cui devo ringraziarli è che si sono fidati di me e questo è fondamentale per la riuscita di ogni lavoro.

Se stai scegliendo i professionisti per le tue nozze ovviamente non devi fidarti a scatola chiusa: ricordati sempre, al momento della scelta, di dare importanza a come vieni trattata e a come vieni ascoltata. Se non ti senti completamente a tuo agio forse è meglio se ti prendi un po’ di tempo per cercare ancora. Ma se incontri un professionista che ti ispira fiducia, i cui lavori ti piacciono, che ti fornisce spiegazioni su quello che farà, è pronto ad ascoltarti e a prendere in considerazione i tuoi dubbi e rassicurarti… allora direi che puoi fidarti: questo farà del tuo matrimonio un matrimonio speciale!

Non c’è niente che più limiti la creatività quanto un controllo sui minimi dettagli. Se ti affidi ad un professionista devi fidarti e affidarti! Quando succede il professionista lavora meglio e tu potrai passare i mesi prima del matrimonio più rilassata non sentendo più la necessità di controllare ogni piccolo particolare. Sei tranquilla perché una persona veramente competente lo farà per te e in un modo molto migliore di quanto potresti fare da sola anche se forse ti scoccia ammetterlo!

Il passo successivo con Nara e Filiberto è stato quello di decidere uno degli allestimenti che amo di più: il tableau de mariage…Ispirato ai fiori d’autunno, l’ho realizzato con una grafica colorata ma attenuata da sfocature fatte ad hoc per rendere leggibili i nomi degli ospiti senza sminuire i fiori stessi.

Con la stessa grafica fiorita ho realizzato i segna-tavolo tra cui quello più grande per il tavolo degli sposi; i segna-gusto per la confettata e per l’angolo cubano e tutti i vari cartoncini che davano indicazioni diverse…

La villa ai castelli romani che ospita il matrimonio è una bellissima villa, in uno stile semplice ma elegante, con un giardino meraviglioso che guarda su Roma con tanti angoli in cui gli ospiti hanno avuto modo di sedersi, chiacchierando, bevendo qualcosa, fumando sigari, spilluzzicando confetti e pezzetti di cioccolato fondente…

Ho parlato con qualcuno degli ospiti: tutti mi hanno detto con un viso sorridente che era stata una bellissima giornata piacevole e rilassante; E ho osservato gli altri: le facce degli adulti erano contente e rilassate e a fine serata ancora si attardavano sui divanetti in giardino con nessuna voglia di andar via. Non ti sembra un segnale abbastanza chiaro di benessere? Quello che tutti gli sposi vorrebbero vedere al loro matrimonio: invitati rilassati, felici e pieni delle emozioni della giornata! I bambini nel prato giocavano al sole a «Regina, Reginella, quanti passi devo fare per arrivare al tuo castello con la fede e con l’anello, con la punta del coltello?» e ridevano contenti. A parte che non sapevo che questo gioco della mi infanzia esistesse ancora, anche qui nessun dubbio sulla riuscita della festa!

Il tuo matrimonio potrai senz’altro considerarlo riuscito se a fine serata tu sei felice, soddisfatta, euforica, emozionata, elettrizzata, eccitata ma anche i tuoi ospiti sono rilassati e con quel sorriso beato che tutti abbiamo dopo aver condiviso con le persone care un momento d’emozione che ci continuerà a legare nel tempo! Uno di quei momenti che ti piacerà ricordare negli anni futuri e raccontare ai tuoi figli…

Torniamo al matrimonio di Nara e Filiberto! La prima cosa che preparo per loro sono le scatoline porta-confetti per i colleghi di lavoro…

  • Le scatoline per i colleghi

È piacevole e divertente scoprire come, ogni volta che si parla di matrimonio, tutti sono pronti a festeggiare, fare auguri e regali… è un passo di vita che in tutti risveglia sentimenti positivi.

Per questo devi farti una scorta di scatoline o di sacchettini: ci saranno tantissimi conoscenti, colleghi, vicini di casa che sapendo della novità ti faranno gli auguri e magari un piccolo pensiero. E non devono trovarti sprovvista dei 5 tradizionali confetti di buon augurio da dare in cambio.

Filiberto sceglie per i suoi colleghi una scatolina trasparente molto semplice ma che mantiene i colori e lo stile del matrimonio; il resto lo fa la scatola di presentazione che permette di portare le scatoline in ufficio in un modo facile ed elegante!

Tutti gli altri allestimenti non sono Nara e Filiberto a ritirarli ma io a allestirli nella villa che hanno scelto…

Guarda un video dell’allestimento della villa..

Nara e Filiberto sono fortunati perché il giorno delle nozze è una splendida giornata: di quelle che Roma ci regala spesso ad ottobre! E gli ospiti sono felici di godersi il giardino e i tanti deliziosi salottini della villa dove si tiene sia la cerimonia che il ricevimento di nozze senza doversi spostare: chi vive a Roma e dintorni sa che questo è un meraviglioso regalo!

Io arrivo prima degli ospiti per allestire il tableau de mariage che accoglie gli ospiti nel passaggio dal giardino alla sala del ricevimento

  • Il tableau de mariage

I fiori autunnali alcuni tipici di questa stagione, altri disponibili tutto l’anno, sono il tema portante del tableau e dei segnatavolo. Sono tutti fiori meravigliosi e con dei colori splendidi.

Guarda un video della preparazione del tableau de mariage…

Nara mi manda una lista dei suoi fiori preferiti e sono quelli che diventano i nomi dei tavoli del ricevimento: il ciclamino è il fiore che sceglie per sé e per Filiberto; e poi abbiamo la dalia, la calendula, l’ortensia… e così via. I fiori sono tutti bellissimi e molti con dei colori tipici della stagione come il giallo e l’arancio e creano, una volta stampati, un mix molto suggestivo.

La grafica con i fiori autunnali, un doppio font per le scritte e delle macchie ovali sbiadite per l’inserimento dei nomi la preparo e poi la declino in varie misure per realizzare sia i cartoncini per il tableau sia i cartoncini segnatavolo. Lego i cartoncini colorati sulla tavola del tableau utilizzando gli spessi nastri in doppio raso nei due colori crema e verde salvia che sono quelli delle tovaglie e poi aggiungo dei mazzi di ortensie e un cordone per rifinire il bordo esterno.

  • I segnaposto

Come decorazione per i segnaposto Nara e Filiberto optano per l’Albero della Vita. Optare per l’Albero della Vita come simbolo del matrimonio è una scelta profonda perché è un emblema antichissimo che nel corso dei secoli si è arricchito di significati. È citato nei testi sacri, dalla Genesi all’Apocalisse, le sue immagini si trovano nella cultura ebraica e in quella cristiana, e diventa nel corso dei secoli una metafora della vita in tante culture diverse. L’albero della vita rappresenta il simbolo della vita per eccellenza ed è perfetto per il matrimonio.

I segnaposto sono molto semplici ma sistemati sui tavoli del ricevimento risultano molto suggestivi.

Ogni segnaposto, con il piccolo dono di un albero della vita in miniatura, augura ad ogni invitato una vita piena e ricca e lo ringrazia per la sua presenza senza la quale la giornata non sarebbe stata la stessa. Le gioie sono veramente tali solo se condivise con le persone care!

  •  Il cake topper

Uno dei momenti clou della giornata, come in ogni matrimonio, è quello del taglio della torta. Secondo tradizione, il primo taglio deve essere iniziato dallo sposo e terminato dalla sposa: i due neo-sposi dovranno sempre impugnare il coltello insieme. La donna tiene il coltello con la mano destra e lo sposo mette la sua sopra quella di lei. Successivamente, spetta alla donna servire le prime fette del dolce nuziale al marito, alla suocera, alla madre, al suocero, al padre e ai testimoni: con questo gesto viene da lei concretizzata l’acquisizione del ruolo di padrona della nuova famiglia.

Durante il taglio della torta tutti gli invitati compresi i bambini sono davanti al tavolo della torta: è un momento simbolicamente importante e tutti vogliono vedere. Ed è un momento in cui si scattano un sacco di foto sia quelle del fotografo ufficiale ma anche di tutti gli invitati che con i loro telefonini non perderanno l’occasione di fare un bellissimo scatto agli sposi.

Nara e Filiberto hanno anche un altro motivo per essere fotografati: la torta ha un cake topper veramente speciale: lo abbiamo realizzato, con la mia collega, con la pasta di mais in modo totalmente artigianale e abbiamo potuto riprodurre l’abito di Nara, la barba di Filiberto e anche, l’ho trascurato finora perché la festa era dei suoi genitori, Mattia il ragazzo di questa coppia …

  • La confettata

L’allestimento della confettata comincia in laboratorio e finisce nel giardino della villa mentre gli ospiti cominciano ad alzarsi da tavola… La prima cosa che preparo sono i vasi in vetro agghindandole con i nastri in raso; ovviamente i due colori sono il crema e il verde salvia, che ho già usato per il tableau e per i segnatavolo. Poi mi metto i guanti e aggiungo i confetti versandoli lentamente per non danneggiare lo zucchero; chiudo ogni ciotola con il domopak e sopra incollo il segnagusto corrispondente. Così arrivando in villa le ciotole sono pronte! In una scatola sistemo i conetti aperti e in un’altra i conetti chiusi che serviranno agli invitati per portare un po’ di confetti a casa e assaporarli rivivendo l’emozione della giornata.

Arrivata alla villa con il mio fido scudiero, Lorella, sistemo velocemente col suo aiuto il tavolo con la tovaglia e una nuvola di tulle dopodiché… Metto sul tavolo gli sposini della thun, i vasi, e le ampolle più grandi e poi via via quelle più piccole. I cucchiaini li metto nelle ciotole e i conetti sparsi in gruppi di 4/5 sul tavolo.  Su un tavolo vicino metto invece i conetti chiusi con le istruzioni per gli ospiti…

  • Il libro delle firme

Lo consiglio sempre perché è uno di quei ricordi che ti fanno piangere a distanza di anni: le dediche degli amici, gli auguri delle persone care, qualche frase scherzosa. Tutto scritto sull’onda dell’emozione e non pensato a freddo! Ti stupirai di quanto quelle parole scritte a mano e quelle foto imperfette fatte con la polaroid potranno tirarti fuori ricordi e lacrime più di tante cose più elaborate. Ho sistemato il libro delle firme accanto al tavolo dei confetti: so per esperienza che da quelle parti passano tutti ed è stato semplice per me invitare gli ospiti mentre riempivano le loro scatoline di confetti a lasciare una dedica sul libro!!!  E molti si sono messi in fila per farlo: vittoria! Tutte emozioni in più che gli sposi si troveranno a fine festa…

  • L’angolo cubano

Una zona in cui sembra gli uomini si siano trovati molto a loro agio tra sigari, rhum e pezzi di cioccolato fondente. Uno di quei momenti che gli uomini amano perché stanno tra di loro e che amano pure le donne perché anche loro possono stare un po’ in pace a fare chiacchiere indisturbate. Anche i bonbon con mandorla e crema al rhum e cioccolato fondente che avevo messo per avere un po’ di colore sul tavolo hanno avuto successo: sono finiti in un batter d’occhio!

  •  Le bomboniere

Quando Nara e Filiberto sono approdati al mio laboratorio le bomboniere le avevano già ordinate… per cui ho solo fatto la sola cosa sensata da fare: le ho allestite al ricevimento di nozze nel miglior modo possibile cercando di allinearne al resto dei coordinati! Ho fatto in modo che, nonostante la confezione fosse realizzata in un modo diverso, l’insieme dell’allestimento risultasse egualmente armonioso! Ho immerso le bomboniere in una nuvola di tulle e le ho sistemate in un bauletto di legno, lasciando che qualcuna “scappasse” fuori… Un cesto di fiori, un cartoncino con i nomi degli sposi realizzato con la stessa grafica dei segnatavolo e qualche nastro in tinta hanno fatto il resto.

Mi piace fare in modo che il risultato sia sempre il migliore possibile…

Ascolta cosa ha da dirti Nara, la sposa…

♥Tantissimi auguri di cuore a Nara, Filiberto e al bellissimo ragazzo di questa coppia Mattia!

Ti sposi anche tu in ottobre?

Ecco i 9 fiori più belli che puoi utilizzare per il tuo matrimonio

1.Ciclamino
Il Ciclamino esiste in diverse varietà e in diversi colori. E’ un fiore molto comune ma non per questo meno bello.
2. Dalia
Disponibili in estate ma anche all’inizio dell’autunno, le dalie esistono in una grande varietà di colori, comprese alcune splendide sfumature tipicamente autunnali, come l’arancione e il borgogna.
3. Calendula
La calendula è un bellissimo fiore disponibile in diversi colori, ma soprattutto in arancione e giallo. Forse non sai che i petali sono commestibili oltre che utilizzati tantissimo in erboristeria
4. Amaranto
I lunghi fiori cascanti dell’amaranto sono duraturi e si conservano benissimo una volta seccati; da questa caratteristica deriva il suo nome, che in greco significa “che non appassisce”.
5. Ortensia
Un altro classico, perfetto dai matrimoni più chic a quelli più informali è la splendida ortensia. Il loro picco di fioritura è in estate ma sono disponibili anche in autunno.
6. Rosa
Disponibile tutto l’anno, è perfetta per l’autunno soprattutto nelle sue sfumature più ricche e profonde come il borgogna.
7. Viola
La viola del pensiero è il fiore degli innamorati! La leggenda attribuita a questo fiore narra che dietro ogni suo petalo è facile vedere il viso della persona amata per cui oltre alla sua bellezza è un fiore simbolicamente perfetto per i matrimoni.
8. Fresie
La fresia fiorisce fino all’inizio dell’autunno ed è celebre per la sua semplice bellezza, ma, soprattutto, per il profumo. Esiste in varie colorazioni tra cui splendido è il giallo.
9. Amaryllis
L’amaryllis si trova fino ad ottobre inoltrato ed è una splendida scelta per matrimoni autunnali e invernali. I suoi colori vanno dal bianco al rosso, passando per rosa, arancione e giallo e i suoi grandi fiori sono perfetti sia nei bouquet, sia disposti in vasi alti.

Stai preparando il tuo matrimonio ma sei un po’ confusa su quello che devi fare e in che tempi? Ti faccio un regalo!
Clicca sul link , inserisci la tua mail e ricevi gratuitamente
la guida che ti aiuterà a dissipare tutti i tuoi dubbi!
Voglio la guida ” I  13 passi indispensabili per il mio matrimonio”
Hai una domanda?  mandami un messaggio WhatsApp 
Sarò felice di risponderti  ♥  Carolina

Condividi il Post

Commenti

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *