7 trucchi per organizzare i tavoli del ricevimento

Michela e Massimo allestimento tavolo ricevimento

7 trucchi facili per organizzare i tavoli del tuo ricevimento di nozze!

Uno degli scogli su cui tutte le coppie di sposi di vanno prima o poi a scontrare è l’organizzazione dei tavoli del ricevimento di nozze, che tradotto vuol dire

” Come sistemo tutti i miei inviatati a tavola in modo che siano tutti contenti?”

Sembra facile ma non lo è!

La distribuzione degli invitati ai tavoli del ricevimento dovrebbe essere fatta una volta arrivate le conferme della loro presenza al matrimonio da parte degli invitati ma un’altro dei problemi che tutte, e dico tutte senza eccezioni, le coppie hanno è proprio questo:

le conferme arrivano in ritardo, non arrivano proprio e spesso l’unico modo di averle è chiamare gli invitati stessi…

Proprio per questo  motivo meglio cominciare questo lavoro anche se non si hanno tutte le conferme per terminarlo al momento in cui si hanno finalmente tutti i nomi degli ospiti presenti al tuo matrimonio.

Il compito di sistemare gli invitati ai tavoli del ricevimento è abbastanza noioso ma fallo con il tempo necessario perché  non farlo bene ti creerà  un sacco di fastidi dopo;

Non richiede doti speciali ma pazienza e un po’ di buon senso e farlo per tempo ti mette al riparo di discussioni con lui e con i genitori: quando la data delle nozze si avvicina e la pazienza diminuisce,  lo stress aumenta e tutto diventa più difficile!

La prima cosa da tenere presente è che le persone invitate al ricevimento appartengono a gruppi diversi, le due famiglie di origine, gli amici, i colleghi che per lo più non si conoscono se non all’interno dello stesso gruppo e, nel migliore dei casi, si conoscono poco per cui bisogno tentare di amalgamare per quanto possibile gli ospiti.

Questo compito è svolto particolarmente bene dal buffet in piedi, servito prima del pranzo o della cena, in una situazione in cui chiacchierare e fare conoscenza è abbastanza semplice; il tutto facilitato dal cibo e dal vino ma anche dalla libertà di muoversi.

  • STESSO GRUPPO

Ovviamente cercherai di sistemare allo stesso tavolo persone che appartengono allo stesso ambiente o allo stesso gruppo familiare e che si conoscono ma ti accorgerai presto che non si riesce a sistemare i tavoli solo con questa indicazione per cui bisogna trovarne altre che ti guidino…

  • STESSA TIPOLOGIA FAMILIARE

Un criterio fondamentale è mettere insieme persone che hanno interessi in comune per facilitare la conversazione per cui le famiglie con bambini con altre famiglie con bambini; single con single; persone anziane con persone anziane e così via.

  • ARMONIA

Un altro criterio è cercare per quanto possibile di evitare di far sedere vicine persone che hanno avuto litigi o anche solo non si sono troppo simpatiche. Meglio prevenire che curare: evita anche solo possibili malumori! In fondo vuoi che i tuoi ospiti stiano bene per cui almeno provaci…

  • ETà

Un elemento che può aiutarti, quando non hai altri indicatori, è quello dell’età: se non sai dove sistemare una persona o una coppia scegliete il tavolo in cui l’età media è più vicina a quella della persona o della coppia.Quarto e ultimo consiglio, assolutamente solo buon senso: se hai un ospite straniero mettilo al tavolo con qualcuno che parli per lo meno inglese così riuscirà a comunicare anche lui con qualcuno!

  • POSIZIONE

Oltre a scegliere i posti a tavola cerca anche, nella scelta, di scegliere un posto fisicamente adatto alle persone che vi si siederanno: non mettere la nonna con le sue amiche ultraottantenni accanto alla bocca del condizionatore d’aria per non farle tornare a casa con la polmonite.

Non mettere la coppia con i due bimbi piccoli accanto alle casse che spareranno musica per tutta la sera: non sarebbe il modo migliore di farli stare tranquilli e quindi di far star tranquilli la mamma e il papà.

  • GENITORI

Anche i tuoi genitori e quelli del tuo fidanzato avranno certamente delle persone da invitare e per questi invitati fai decidere ai genitori stessi chi invitare (ma mettetevi d’accordo prima sul numero per evitare scontri successivi) e come suddividerli tra i tavoli.

  • RICHIESTE PARTICOLARI

Non metterti ad ascoltare tutte le richieste degli invitati, che senz’altro ti arriveranno, altrimenti, come si dice, non arrivi mai a dama! Ovviamente a meno che non ci sia qualche motivo realmente grave di imbarazzo…

Una volta terminata l’organizzazione dei tavoli del ricevimento di nozze comunicali alla location e al professionista che si occupa della realizzazione del tableau de mariage inviando un file in cui i nomi e i cognomi siano indicati in modo chiaro, suddivisi per tavolo, e con l’indicazione del nome del tavolo stesso.

Importante è inviare lo stesso file ai due in modo da evitare ogni tipo di incomprensione tra chi prepara il tableau e chi prepara i tavoli!

Questo piccolo trucco è fondamentale per la tua tranquillità futura.

L’avvicinarsi della data del matrimonio non aiuta a rilassarsi: se senti che lo stress ti impedisce di goderti i preparativi e soprattutto di goderti il tuo giorno del matrimonio chiedi aiuto ad un professionista. Farà per te tutti quei compiti che creano tensione e che ti sembra impossibile portare a termine in modo sereno e per tempo.

Quindi ricapitolando:

  • chiedi le conferme della loro presenza agli invitati, se non arrivano almeno un mese prima della data del matrimonio;
  • organizza i tavoli per tempo, utilizzando logica, buon senso e tanta pazienza.
  • comunica la composizione dei tavoli alla location e al professionista che si occupa della realizzazione del tableau de mariage.

Spero di esserti stata utile!

Chiamami se vuoi qualche chiarimento su qualcuno dei punti elencati

♥Carolina

Telefono: 06 99 34 44 24

Whatsapp: 347 46 00 184

E-mail: info@risoeraso.it

Condividi il Post

Commenti

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *